Valentino si sta lentamente riprendendo, ma ha negli occhi una grande tristezza. E’ quella delle angherie cui è stato sottoposto da parte dei suoi padroni, che lo tenevano senza cibo e acqua in mezzo agli escrementi. Insieme al suo compagna di sventura, poi morto, il cucciolo è stato trovato dagli agenti della Polizia municipale in condizioni disastrose. Nel canile sta ora per avvenire il miracolo, grazie ai volontari che lo curano amorevolmente. Nelle fotografie postate su Facebook si comprendono bene tutte le sue sofferenze, ma ora può finalmente godere di pasti abbondanti e regolari, oltre che della componente essenziale per la sua ripresa: l’affetto che invece gli è mancato fino ad ora. Sempre sul social network viene poi manifestato tutto il disprezzo verso gli autori di questo crimine. E a giudicare dai tanti interventi, si ha la consapevolezza di come la sensibilità nei confronti dei “nostri simili” stia davvero crescendo. Gli stessi gestori del canile propongono di pubblicare un pubblico registro nel quale iscrivere chi viene condannato per maltrattamento degli animali. «Tutti coloro che li vendono o li affidano – sottolinea Alessandra Coatti, volontaria della struttura -, devono obbligatoriamente consultarlo; occorre evitare che altri animali capitino in mano a gente come quella che ha fatto tanto male a Valentino. Intanto lui prende un sacco di coccole, divora letteralmente il cibo, gironzola libero nel prato all’ombra degli alberi, annusa altri cani. E’ incredibile come possa ancora accettare con fiducia l’amore dell’uomo dopo tutto quello che ha dovuto patire»

Redazione
Sull'autore

OutNews è il magazine dedicato all'informazione locale e nazionale. Curiamo principalmente fatti di cronaca, le novità in campo musicale e gli aggiornamenti sportivi. Mail: info@outnews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *