La squadra mobile della polizia ha arrestato un cesenate 42enne con l’accusa di spaccio continuato di stupefacenti. I poliziotti, che lo tenevano sotto osservazione, sono entrati in azione quando l’hanno visto partire da casa a Borgo Paglia, in auto con un’altra persona a bordo. Lo hanno seguito fino alla zona di via Savio e qui avrebbe passato un involucro a un terzo uomo. Gli agenti non sono riusciti ad intervenire in questo momento e lo hanno seguito fino alla sua abitazione. Le due persone rimaste si sono separate. Quello che se ne stava andando, un cesenate 40enne, è stato controllato e sono saltai fuori 8,5 grammi di hashish, 1 di marijuana e un flaconcino di metadone. Ha raccontato che era materiale appena ceduto da Biserna. Nella casa di quest’ultimo i poliziotti hanno trovato altre boccette di metadone, 3 grammi di marijuana e 1 di hashish. Vista la testimonianza dell’amico (i due si erano conosciuti in comunità), è scattata l’accusa di spaccio. Ieri c’è stata la convalida (giudice Giorgio Di Giorgio, pm Monica Guidi). Il 42enne, per il quale l’avvocato difensore Raffaele Pacifico ha chiesto i termini a difesa, aspetterà l’esito in carcere, visti i precedenti. Già, i precedenti: qualche anno fa fu trovato con mezzo chilo di hashish e un ovulo di eroina nello stomaco, dopo un viaggio in Marocco, e condannato a 3 anni.

Pier Stella
Sull'autore

Tutto ciò che dovete sapere su di me, probabilmente, l'ho già scritto. Mi occupo di politica, di cronaca e di eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *