Lo scalo marittimo come “porto” di approdo per gli studenti universitari ravennati. Ha ruotato intorno agli sbocchi occupazionali che il bacino portuale può offrire il seminario dal titolo Il sistema portuale e logistico di Ravenna: opportunità professionali per i giovani promosso da Port Ravenna Progress in collaborazione con Fondazione Flaminia e Alma Mater. «Il porto – ha spiegato il vicesindaco Giannantonio Mingozzi agli studenti della laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza e della laurea triennale in Giurista di impresa e delle pubbliche amministrazioni – rappresenta una buona parte dell’economia ravennate; si tratta di una delle principali opportunità dal punto di vista occupazionale per chi come voi si appresta a entrare nel mondo del lavoro. Conoscerne le caratteristiche e gli attori è fondamentale per tarare i vostri studi e avere in futuro maggiori chance di inserimento». Oltre al confronto tra ragazzi e gli operatori portuali presenti, i docenti (tra cui Francesca Curi, Greta Tellarini, Luigi Balestra e Andrea Carinci) hanno ribadito l’interesse dell’i ns ediamento ravennate di Giurisprudenza a caratterizzarsi sempre più in un’ottica “portuale” al fine di offrire ai futuri laureati maggiori opportunità di inserimento in un settore così significativo per la città e il territorio.

Marco Andreoli
Sull'autore

Ex capo redattore di una nota testata editoriale in Romagna. Mi occupo prevalentemente di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *