Con l’accusa di rapina aggravata, possesso illegale di arma da taglio e lesioni personali, gli uomini della Squadra mobile della questura di Rimini hanno arrestato un cittadino 21enne di nazionalità tunisina. Gli agenti gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari di Rimini, su richiesta della procura. Al giovane si era risaliti proprio grazie alle indagini dei poliziotti. Secondo l’accusa il nordafricano è l’autore di un’aggressione ai danni di un turista della provincia di Milano avvenuta a Rimini nella notte tra il 3 e il 4 luglio. Il rapinatore, in sella a una bicicletta, aveva avvicinato il villeggiante e gli aveva puntato un coltello alla gola. Dietro alla minaccia di morte si era fatto consegnare il borsello. Il turista si era rifiutato, ne era nata una colluttazione. Nello scontro il milanese era rimasto ferito e aveva dovuto desistere, mentre il tunisino era riuscito a fuggire in bici, con il borsello del derubato, contenente soldi, carte di credito, telefono cellulare e altri effetti personali. Gli uomini della Squadra Mobile a partire dalla testimonianza della vittima dell’aggressione e seguendo le sue tracce, dopo un’articolata attività investigativa, hanno identificato, individuato e arrestato il presunto responsabile.

Marco Andreoli
Sull'autore

Ex capo redattore di una nota testata editoriale in Romagna. Mi occupo prevalentemente di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *