I sogni si materializzano sotto forma di una mail. Così è stato per Nicola Giancecchi, sammarinese di 21 anni e studente al secondo anno di ingegneria e scienze informatiche a Cesena. Alle 2.15 di lunedi 29 aprile sulla casella di posta della Mr. Apps, la ditta per cui lavora, è arrivata la comunicazione ufficiale con cui Apple lo informava di essere uno dei duecento vincitori di uno dei biglietti per la World Wide Conference Developers, uno degli eventi più attesi nel mondo degli appassionati Apple. Una conferenza rivolta agli sviluppatori a cui di solito è difficilissimo se non impossibile accedere, sia per il numero limitato di posti, sia per il prezzo dei biglietti che costano 1.600 dollari. Nicola è riuscito ad ottenere un biglietto gratis grazie alla presentazione sotto forma di app del suo portfolio. La sua app, sviluppata nei laboratori di Mr Apps, è stata selezionata tra oltre 10 mila candidati. Un’impresa che oltre alla comprensibile soddisfazione, gli ha aperto le porte di casa Apple per una settimana di seminari formativi sull’utilizzo dei nuovi strumenti e linguaggi di programmazione presentati in anteprima durante il keynote con Tim Cook, l’evento clou della permanenza californiana. Così ora, a soli 21 anni, può vantarsi di essere uno dei primi programmatori al mondo ad aver messo mano a Swift, il nuovo linguaggio di programmazione, portando un notevole vantaggio competitivo anche alla Mr.Apps. .

Pier Stella
Sull'autore

Tutto ciò che dovete sapere su di me, probabilmente, l'ho già scritto. Mi occupo di politica, di cronaca e di eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *