Benvenuti in serie B. Le gradinate piene. Le bandiere e gli striscioni. Il nuovo mega schermo e la produzione video. Tutto resta come una tavola imbandita senza portate da gustare. Dopo otto minuti, col tabellone che impietoso recita lo 0-21 di buongiorno al campionato, si comincia a sperare che sia solo un brutto sogno. Insomma, l’esordio in DnB dell’Orva è stato peggiore di ogni scenario preventivabile. Un incubo, riassumibile nei soli nove punti messi a segno nei primi 15’, nel tremebondo 24% di realizzazione dal campo, nel penalizzante raffronto nel conto dei rimbalzi (32-47) e, in definitiva, dal pesante gap di 33 punti subito a domicilio dall’Urania, tra l’altro non una delle protagoniste annunciate del girone. «Sapevamo che avremmo avuto un impatto duro – conferma il play biancoverde Michele Poluzzi – perché siamo finiti in un girone davvero impegnativo. Ma non potevamo certo immaginare un crollo di tale portata. Abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità, scontando anche il fatto che eravamo fin troppo carichi, cercando di dimostrare qualcosa a livello individuale e finendo per scollarci. Penso che abbia influito molto il fattore psicologico». La pressione dunque, ma anche un cambio di passo atteso e mai arrivato nel corso del match: «Nella scorsa stagione quando avevamo dei break negativi riuscivamo a recuperare giocando forte. Ora è più difficile, dato il livello delle avversarie, quindi non possiamo permetterci cali, perché sono pagati a caro prezzo. Non resta che tornare a lavorare: il campionato è lungo ed i nostri obiettivi chiari. Ci spiace soprattutto per il pubblico – chiude Poluzzi – abituato a vedere ben altri risultati al PalaBanca». Una platea che comunque ha compreso il momento e continuato a sostenere i biancoverdi anche a gara compromessa. Una dimostrazione d’affetto che può essere un’iniezione per guarire in fretta la ferita.

Alberto Grossi
Sull'autore

Giornalista sportivo dal febbraio 1999. Ho maturato diverse collaborazioni nel capo editoriale. Curo interamente la sezione di sport di Outnews.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *