Di andare alla Colonnella proprio non ne vogliono sapere i 68 docenti e i 15 ata (personale ausiliario-tecnico e amministrativo) e da lunedì hanno scandito il programma dello “stato di agitazione”: ieri la riunione del comitato di base degli studenti che ha già indetto un’assemblea e oggi la riunione con tutti i genitori dalle 20 alle 22.30 cui parteciperanno anche tante associazioni di famiglie disabili, data l’utenza della scuola. «Ci è capitato tutto tra capo e collo – spiega la vice preside Giuseppina Grossi – non siamo mai stati avvertiti di questo trasferimento e non ci sta bene. Noi vogliamo rimanere qui. Non fosse altro che per tutti quei docenti e studenti che negli anni hanno lottato per avere una sede unica quando si faceva lezione nei negozi in centro. Stiamo ricevendo molte chiamate da parte dei genitori che hanno iscritto i loro figli: noi abbiamo studenti soprattutto a nord di Rimini e ci vogliono spostare in zona sud. Abbiamo intenzione di mobilitarci in tutti i modi possibili anche con manifestazioni pubbliche. Non vogliamo questa ingiustizia. L’Einaudi si è mantenuto con i numeri d el l ’anno scorso; poi è chiaro che il trend è in diminuzione, ma come tutti gli istituti professionali d’Italia. E non è detto che non si cresca nei prossimi anni». Intanto, l’assessore provinciale al lavoro Meris So ld at i specifica: «Tutti gli istituti secondari superiori, attraverso i rispettivi dirigenti scolastici, sono stati coinvolti dal mese di febbraio nel percorso di ottimizzazione degli spazi. Da febbraio ad oggi ho dato a tutti i dirigenti scolastici, più volte, la mia totale disponibilità a discuterne. Proprio questa mattina io e miei uffici abbiamo incontrato le rappresentanze sindacali di Belluzzi, Einaudi e Itis per confrontare le ipotesi in campo». Altro problema è il trasporto scolastico per il linguistico nella nuova sede di Viserba: chi viene da sud (zona Colonnella) non riesce a essere in tempo per l’inizio delle lezioni. E non c’è una corsa diretta: gli studenti dovrebbero prendere prima l’8 poi il 4 e non arriverebbero in tempo per la prima campanella del mattino.

Redazione
Sull'autore

OutNews è il magazine dedicato all'informazione locale e nazionale. Curiamo principalmente fatti di cronaca, le novità in campo musicale e gli aggiornamenti sportivi. Mail: info@outnews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *