«Intervenite per salvare le imprese locali». E’ l’appello lanciato dagli imprenditori della Cna durante l’assemblea congressuale dell’altra sera ai sindaci di Cattolica, Piero Cecchini, e di San Giovanni in Marignano, Domenico Bianchi. Diverse le richieste avanzate ai due amministratori: «Liquidità ed accesso al credito, riduzione della spesa pubblica, legalità e lotta all’abusivismo nell’artigianato, nel commercio e nelle costruzioni, maggiore efficienza di servizi pubblici attraverso l’unificazione di funzioni fra i comuni della zona sud. Superare i campanili ed operare per l’interesse del territorio». Cecchini e Bianchi hanno rimarcato le difficoltà dei comuni che «a causa del patto di stabilità e dell’incertezza politica, non sono in grado di liberare risorse per gli investimenti, liquidare i fornitori e introdurre manovre di bilancio che non aumentino le tasse locali». L’assemblea ha eletto il nuovo direttivo composto da 17 imprenditori di Cattolica e 10 di San Giovanni, guidato dal presidente unitario Manlio Amaducci. Al nuovo direttivo è stato conferito il mandato della «trasformazione del contributo ai confidi in parte anche sul sostegno come soci finanziatori per attenuare l’impatto della crisi anche sulle insolvenze delle imprese».

Redazione
Sull'autore

OutNews è il magazine dedicato all'informazione locale e nazionale. Curiamo principalmente fatti di cronaca, le novità in campo musicale e gli aggiornamenti sportivi. Mail: info@outnews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *