Al mattino la grossa soddisfazione societaria per il dg Giorgio Bottaro, al pomeriggio un’utile amichevole a Ferrara in un anticipo di campionato contro la Mobyt. Si è chiuso in questo modo l’ultimo fine settimana senza punti ufficiali in palio per l’Acmar Ravenna. I ragazzi di Giordani sono caduti 84-67 al termine di quaranta minuti che il tecnico ravennate ha sfruttato soprattutto per oliare i meccanismi in vista dell’esordio in Legadue contro Treviglio quando mancherà il capitano Amoni (in campo solo nel terzo e nel periodo conclusivo). Gli undici giocatori romagnoli a referto sono tutti andati a segno con Sollazzo e Bedetti in doppia cifra alla fine. La Mobyt ha dimostrato dall’inizio un maggiore ritmo partita e anche una fisicità importante nei suoi americani Jennings e Mays oltre agli italiani Benfatto e Andreaus, scavando il solco nel primo quarto (23-12). Ravenna reagisce nel secondo quarto con un buon Tambone sia come spalla del play titolare Rivali che al suo posto ma il divario non si sposta molto (40-30). Sono le accelerazioni di Bedetti e le iniziative di Sollazzo i punti di forza ravennati (27 punti in due alla fine) che accompagnano l’inserimento di Amoni nella terza frazione per dare maggiore fisicità ai romagnoli. Ma Ferrara con un Benfatto solido nell’area non si scompone troppo e rimane con un vantaggio oltre la doppia cifra (60-46). L’ultima frazione è utile ai ravennati a testare la prontezza per la categoria dei giovani Ricci e Brighi e gli under ripagano la fiducia del tecnico rispettivamente con cinque e quattro punti. Dall’altra parte i penetra e scarica di Jennings e Andreaus permettono a Ferrara di infliggere il terzo ko in precampionato ai ragazzi di Giordani.

Redazione
Sull'autore

OutNews è il magazine dedicato all'informazione locale e nazionale. Curiamo principalmente fatti di cronaca, le novità in campo musicale e gli aggiornamenti sportivi. Mail: info@outnews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *