Sabato alle 10 sarà inaugurato il Centro polivalente, concludendo così un percorso iniziato alcuni anni fa, quando i Lions di Cervia e Morciano hanno lanciato l’idea di costruire questa struttura. La parrocchia di S. Maria Assunta ed il Comune vi hanno poi aderito in modo entusiastico. Quindi è partita la raccolta dei fondi, per realizzare la casa di accoglienza per ragazze madri. E’ il compimento di un percorso avviato dalla parrocchia, di cui papa Giovanni Paolo II ha posto la prima pietra durante la sua visita a Cervia, e al quale verrà intitolata la struttura. Al suo interno è presente una zona autonoma di servizi sanitari, a carico dell’organizzazione Lions. «In questa casa di accoglienza – afferma padre Umberto -, vogliamo salvaguardare sia la vita nascente nelle donne in gravidanza, sia quella di donne già madri, offrendo loro non solo ospitalità, ma anche un periodo di serenità durante il quale avviarle all’esperienza di piccoli lavori, col fine di raggiungere, un giorno l’indipendenza economica». La convenzione prevede che parte del futuro centro sarà gestito dalla parrocchia o da un soggetto di sua fiducia, mentre l’ambulatorio verrà utilizzato dalla Fondazione con la gestione diretta o per mezzo di altri soggetti.

Marco Andreoli
Sull'autore

Ex capo redattore di una nota testata editoriale in Romagna. Mi occupo prevalentemente di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *