È tutto pronto per la tre giorni di degustazioni ai musei civici di Voluptates, evento promosso dall’omonima associazione imolese in collaborazione con il Comune e l’Associazione Sommelier Romagna che si terrà da domani a domenica. «Per il secondo anno la manifestazione si svolge nel museo di San Domenico a significare l’importanza della collaborazione fra gli istituti culturali e il mondo del vino, come già avvenuto con il banco d’assaggio nel corso del Baccanale – sottolinea l’assessora alla cultura, Elisabetta Marchetti -. Crediamo molto, infatti, nel rapporto fra vino ed arte». Come spiega Claudio Maria, delegato Ais Imola, «la formula è quella oramai collaudata del banco d’assaggio: i visitatori di Voluptates potranno scegliere tra oltre 160 vini grandi vini italiani e francesi che, per ragioni di prezzo e rarità, non possono essere proposti di frequente in degustazioni pubbliche. Nomi celebri come Dom Perignon o Chateau d’Yquem tra i francesi, Gaja, Dal Forno o Sassicaia tra gli italiani saranno affiancati da etichette di produttori forse meno noti al grande pubblico, ma ben in grado di reggere il confronto con i colleghi più blasonati». Fra le ghiotte opportunità proposte da Voluptates, da segnalare anche sabato 15 e domenica 16 marzo alle 17.30 e 18.30 che il museo di San Domenico ospita all’interno del percorso le “Collezioni d’arte della città” quattro visite-degustazioni che abbinano al piacere del vino quello dell’arte (prenotazioni per le quattro visite allo 0542-602609). Due quadri e due vini, scelti per affinità, da scoprire, contemplare e degustare guidati dai sommelier e dalle curatrici del Museo in un connubio tra cultura artistica ed enologica ricco di sorprese. Voluptates continuerà l’op era di sostegno delle attività del comitato Sao Bernardo, onlus imolese da molti anni attiva prima in Brasile e da qualche anno anche in Senegal: nello specifico il ricavato verrà destinato ai progetti in corso di realizzazione nella regione senegalese di Ziguinchor Casamance. L’appuntamento è quindi al museo civico San Domenico, in via Sacchi 4, venerdì e sabato dalle 17 alle 22, domenica dalle 16 alle 21.

Marco Andreoli
Sull'autore

Ex capo redattore di una nota testata editoriale in Romagna. Mi occupo prevalentemente di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *