È di Ayala Carrillo la vittoria della prima prova di qualificazione nazionale ai campionati Italiani assoluti. Il portacolori del Club Scherma Bari, attualmente maestro del circolo pugliese e membro della nazionale del suo Paese dal 1999 al 2010, ha battuto in finale Marco Fichera delle Fiamme Oro (10-9) e conquistato il 22° Memorial Candotti a cui è abbinata la prova maschile. A Ravenna sul podio è salito anche Matteo Tagliariol (Aeronautica Militare) che è tornato alle gare dopo due anni travagliati a causa di un problema al polso. Il campione olimpico di Pechino 2008 aveva perso in semifinale da Fichera (15-8). Il cubano per approdare in finale aveva sconfitto Luca Ferraris dell’Esercito (15-7). Gli altri membri del team azzurro si sono arresi molto presto, infatti l’attuale vice campione europeo Paolo Pizzo si è fermato nel tabellone dei 64 così come il bronzo mondiale Enrico Garozzo (Carabinieri), meglio ha fatto Lorenzo Bruttini (Fiamme Azzurre) entrato nei 32. Tra gli atleti ravennati buona è stata la prova di Alessio Preziosi, classe 1999 che si è qualificato per i sedicesimi ed accede di diritto alle finali nazionali, unico cadetto a raggiungere questo risultato. Oggi sempre dalle 9 al Pala De Andrè largo alla spada femminile, che assegnerà anche il Trofeo Preziosi con la campionessa del mondo Rossella Fiamingo.

Alberto Grossi
Sull'autore

Giornalista sportivo dal febbraio 1999. Ho maturato diverse collaborazioni nel capo editoriale. Curo interamente la sezione di sport di Outnews.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *