L’attesa e il sogno: il 900 magico di Dino Buzzati è il titolo della conversazione che il professor Alessandro Merci terrà oggi alle 16.30 al Palazzo di Residenza della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì – Sala delle Assemblee, in Corso Garibaldi, 45. È il terzo appuntamento del ciclo Scrivere e vivere nell’Italia tra le due guerre, organizzato dall’a s s ociazione culturale “San Mercuriale” e dall’Accademia dei Benigni all’interno delle attività collaterali alla Mostra del San Domenico. La conversazione punterà l’attenzione prevalentemente su Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati che si connota per il senso dell’attesa, del trascorrere del tempo, del vuoto, della morte, nell’atmosfera di quel Realismo Magico teorizzato da Massimo Bontempelli in cui l’arte “vive del senso magico scoperto nella vita quotidiana degli uomini e delle cose”. Gli interventi musicali saranno a cura della Scuola di musica “Dante Alighieri” di Bertinoro: interpretati da Stefano Fiammenghi (chitarra) ed Elisa Venturini (flauto). Il ciclo si concluderà il 24 aprile con una conversazione su “Cesare Pavese: il mestiere di vivere”.

Giancarlo Ottaviani
Sull'autore

Probabilmente scrivevo anche in pancia, la mia mano ha avuto sempre bisogno di espressione e devozione. Dove c'è musica io mi invento scrittore. Alcuni mi definiscono "giornalista"..
Addirittura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *