Torna in Italia la pianista giapponese Chichiro Yamanaka, che sarà al teatro Testori di Forlì stasera alle 22, in trio con Aldo Vigorito al contrabbasso e Mickey Salgarello alla batteria. Tredici dischi all’attivo con la prestigiosa etichetta Verve Records, miglior pianista in Giappone e acclamata in America, Chichiro è tra le più importanti pianiste della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni ha effettuato concerti in piano solo, in trio e con orchestra nei locali e festival più importanti. Il suo stile è molto ritmato e influenzato dallo swing e dalla musica brasiliana, supportato da una tecnica sopraffina. La bossanova, in particolare le composizioni di Jobim, è entrata prepotentemente nel suo repertorio dopo un prolungato soggiorno in Brasile. Standard e temi originali si alternano nei suoi concerti, che ne fanno una delle giovani jazziste più richieste a livello internazionale. Nata a Kiryu, in Giappone, si è trasferita a New York lo scorso anno, ma gli Stati Uniti erano già la sua patria adottiva sin da quando ha studiato e si è diplomata al prestigioso Berklee College of Music di Boston. La sua base operativa è da molti anni New York, dove negli ultimi quindici anni ha suonato con i principali jazzisti della Grande mela; ha lavorato anche con orchestre, ma la sua dimensione preferita è quella della piccola band, in particolare il trio. Una delle più stabili formazioni di questo tipo è quella che la vede insieme a Larry Grenadier o Robert Hurst al basso e Jeff Ballard o Jeff Watts alla batteria. Dal 2010 anche i suoi concerti sono stati tra i più apprezzati da pubblico e critica, in particolare quelli italiani: i set di Umbria jazz e Bologna jazz festival del 2011 sono stati definiti dalla rivista americana Jazz times tra i migliori di quell’anno a livello assoluto mondiale. L’anno precedente il suo piano solo con dj Krush al Maxxi di Roma è stato un evento. Chichiro è molto prolifica: la sua discografia include quattordici album, oltre a tre dvd dal vivo, dal 2001 a oggi, per contare solo quelli a suo nome, con una varietà di generi che va dal jazz al pop, dall’a v a ng u a rdia alla musica brasiliana. Il suo ultimo cd, pubblicato quest’anno, ha un titolo italiano: Molto cantabile. Il concerto di Forlì inaugura un tour europeo che proseguirà in Italia, con tappe al Blue Note di Milano e all’Auditorium della musica di Roma tra le altre, poi in Francia.

Giancarlo Ottaviani
Sull'autore

Probabilmente scrivevo anche in pancia, la mia mano ha avuto sempre bisogno di espressione e devozione. Dove c'è musica io mi invento scrittore. Alcuni mi definiscono "giornalista"..
Addirittura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *