Il circolo Arci dei Bevitori Longevi ospita tre serate delle semifinali di “Arezzo wave band” con accesso gratuito a tutti, anche ai non associati. “Arezzo wave band” è un concorso nato nel 1987 con la prima edizione di Arezzo wave: nell’ultima edizione, la 27ª, si sono iscritte oltre 2000 band da tutta Italia. L’E m i l i a- Romagna è una delle regioni con più iscritti da sempre. Purtroppo, dei 10 gruppi selezionati ques t’anno, solo uno potrà accedere al tradizionale festival. A Forlimpopoli saranno tre le serate di selezioni, dalle quali usciranno due nomi che accederanno alla finale regionale. Domani sera si esibiranno The Talking Bugs e Y ou vo id ; venerdì 21 Bonomo e Arau; venerdì 28 Rigolò Jarred e The Cave man . La finale regionale si terrà il 4 aprile al Vibra di Modena. Ma ovviamente ai Bevitori Longevi non c’è solo “Arezzo wave band”. Questa sera sul palco del circolo Arci si esibiscono dalle ore 22 Un Minuto di Sile nzio, band nata nell’ottobre 2012 dall’i n c o ntro tra Federico Petitto (voce e chitarra acustica) e Riccardo Izzo (chitarra elettrica), due ragazzi delle campagne romane che trovano il loro habitat ideale in un mix genuino contenente spunti emo-post hardcore di vecchia scuola, echi post-rock e venature prog, noise, depressive e folk. La line-up è attualmente completata da Diego Zaccagnini (batteria) ed Emiliano Merlin (basso). L’ingresso è riservato ai soci Arci. Sarà libero al pubblico l’ingresso di domenica 16 alle 19 per assistere al live di The Same Old Shoes, un viaggio attraverso lo spazio e il tempo su quelle note che scatenano il ballo… Loro sono: Dario Lone so me Magnani voce, chitarra acustica; Davide Hummingbird B i s er n a voce, chitarra solista; Filippo Doublebeard L o mbardi voce, contrabbasso; Mattia Jesus F lami gni batteria.

Giancarlo Ottaviani
Sull'autore

Probabilmente scrivevo anche in pancia, la mia mano ha avuto sempre bisogno di espressione e devozione. Dove c'è musica io mi invento scrittore. Alcuni mi definiscono "giornalista"..
Addirittura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *